TROFEO CIOLO, ECCO VINCITORI DEL CAMPIONATO ITALIANO DI CORSA IN MONTAGNA A STAFFETTA 

Ed è ancora atletica di altissimo livello. A pochi giorni dalla chiusura degli Europei di Atletica leggera a Roma questo week end si sono assegnati gli allori del Campionato Italiano di Corsa in Montagna a Staffetta in occasione della XIII edizione del Trofeo Ciolo a Gagliano del Capo, nel punto più a Sud della Puglia. In un anticipo afoso d’ estate, le staffette delle migliori società di mountain running italiano hanno gareggiato sulle dure e tecniche scalinate rocciose delle falesie salentine affacciate sul mare e con le montagne dell’Albania che facevano questa mattina capolino all’orizzonte. Con una partecipazione di quasi 500 atleti provenienti da tutta Italia, la gara è stata valida anche il ranking internazionale della WMRA e con la Open Race individuale come quarta prova del Campionato provinciale individuale e di società di trail & corsa in montagna. Memori della tappa in chiusura di campionato che due anni fa proprio al Ciolo sugli stessi sentieri li aveva visti fuori dal podio, gli atleti dell’Atletica Valli Bergamasche Leffe hanno dato il tutto e per tutto e duellato contro la S.A. Valchiese riuscendo a portare a casa l’agognato oro. Ha dovuto lottare in partenza Xavier Chevrier contro Alberto Vender, che ha chiuso in testa il primo giro con un vantaggio di 25’’, ma un grande Cesare Maestri, seconda staffetta, ha rimontato in salita in cima all’Aspro. Un sorpasso su Luca Merli e poi Maestri ha passato il testimone e il taglio del traguardo al collega di squadra Lorenzo Cagnati, ancora reduce da un recente trauma alla caviglia, che è riuscito a rimanere sempre in testa sul terzo e ultimo giro con determinazione e spirito encomiabile. Scende quindi di un gradino rispetto alla straordinaria vittoria del 2022 proprio al Ciolo, ma si conquista un meritatissimo argento il team della S.A. Valchiese che chiude con un velocissimo Marco Filosi in discesa nel terzo tratto. Bronzo per la squadra bergamasca de La Recastello Radici Group che ha messo in campo nell’ordine Isacco Costa, Luciano Rota e Andrea Elia. Al femminile si riconfermano dominatrici al Trofeo Ciolo le fortissime staffette bianco verdi de La Recastello, che si qualificano prime e seconde assolute. La neo-azzurra e prima staffetta Beatrice Bianchi non incontra difficoltà e passa il testimone nel centro di Gagliano del Capo a Vivien Bonzi che, pur soffrendo nella prestazione atletica il caldo e l’essere sola al comando, riesce a rimanere sempre brillantemente in testa. Dietro a loro, sul secondo gradino del podio la capitana della nazionale Alice Gaggi, sulla linea di partenza allo sparo in coppia con la collega Samantha Galassi, che insieme si aggiudicano anche la medaglia d’oro per la categoria Master. Terzo gradino per le atlete dell’Atletica Susa, la mezzofondista Miriana Ramat e Irene Achieris. Vincono il titolo di Campioni italiani di corsa in montagna staffette per la categoria Junior femminile Lisa Leuprecht e Sofia Demetz della ASV L.C. Bozen Raiffeisen e per la categoria Junior maschile Gianluca Campidelli e Gabriel Bazzoli della S.A. Valchiese. Tutte le classifiche su www.cronogare.it Il Trofeo Ciolo è Grande Evento Sportivo della Regione Puglia e ha acquisito il Patrocinio del Comune di Gagliano del Capo, del Comune di Ugento, della Provincia di Lecce, della Regione Puglia, di Puglia promozione, del Parco regionale Parco naturale regionale Costa Otranto-Santa Maria di Leuca e Bosco di Tricase organizza, nel rispetto di regole e regolamenti stabiliti dal Governo e FIDAL. 

NEWS RECENTI

Corvino: “Se il budget non ti permette di investire nelle qualità punti sulle potenzialità”

Fiducia e sostegno: quest’anno sarà una battaglia