Gotti: “A Salerno gara per gente vera. Ecco quali corde ho toccato alla squadra…”

Queste le parole di mister Luca Gotti alla vigilia del match di Salerno:

Ci attende una gara importante, per gente vera. Ho avuto solo tre giorni per lavorare con la squadra e non ho potuto concentrarmi sull’avversario che troveremo. Ovvio che la nostra squadra avrà uno spartito di base su cui impostare la partita, ma per quanto concerne i dettagli mi sono concentrato esclusivamente su di noi. Ho cercato di trasmettere alla squadra la voglia di dimostrare ciò che ha fatto ad inizio campionato. Se le ha già dimostrate vuol dire che può farlo di nuovo. Con i miei collaboratori abbiamo cercato di lavorare sulla compattezza difensiva, sulla costruzione, ma soprattutto sulla lettura dei momenti della gara”.

Su Oudin e Pierotti: “li ho studiati, sono due elementi di qualità ancora alla ricerca della consacrazione tattica. Ho ancora bisogno di tempo per una risposta definitiva“.

Se dovessi racchiudere in una frase il Lecce di Gotti all’esordio? Prendo spunto da una frase di Pelé che ho notato all’ingresso di Acaya: “uno sportivo non si giudica dal numero di vittorie, ma da come gioca la partita dopo aver perso”.

NEWS RECENTI

Sigarette mai spente… il punto dopo Lecce-Empoli

Lecce-Empoli 1-0: Le pagelle dei toscani