DOPO 5 ANNI TORNA IL “LECCE TATTOO FEST” CON OLTRE 200 TATUATORI 

Macchinette accese e pelli scoperte pronte ad essere attraversate da arte, culture e tradizioni. Dopo 5 anni torna il “Lecce Tattoo Fest”. La convention internazionale che dal 2014 al 2019 ha attirato migliaia e migliaia di visitatori, ritorna in occasione della sua settima edizione nella tre giorni tra il 22 e il 24 marzo presso il “LecceFiere” di piazza Palio. Divenuta ormai una tra le più prestigiose manifestazioni del sud Italia con focus sui tatuaggi, quest’anno il programma prevedrà l’arrivo nel Salento di oltre 200 tatuatori provenienti da tutto il mondo. La manifestazione promossa da Lecce Tattoo Expo celebrerà la diversità e la creatività nel pianeta del tatuaggio. Artisti di caratura internazionale giungeranno nel capoluogo leccese da Inghilterra, Spagna, Svizzera, Cina, Russia, Ungheria, Ecuador, Puerto Rico, Corea del Sud e Indonesia. La cultura dei tatuaggi ha attraversato secoli e continenti diventando un linguaggio universale di espressione personale, culturale e artistica. Questa fusione di stili e tecniche promette di elevare il panorama del tattoo a nuove vette, incoraggiando una comprensione globale delle diverse tradizioni. Il festival organizzato da Simone Zecca, Andrea Quarta e Ciro Patronelli si preannuncia ricco di novità con un fitto palinsesto, che ammalierà gli appassionati del tatuaggio e non solo. Food, sport, spettacoli e attività d’intrattenimento circumnavigheranno il capiente contenitore dedicato agli aghi e agli inchiostri, nell’ambito di una sfilza di appuntamenti inglobati nel maxi-evento ideato nei particolari col fine di condurre il Lecce Tattoo Fest ad un livello superiore rispetto alle edizioni che hanno preceduto la pandemia. Tra gli ospiti spiccherà la presenza di Eduardo Dantas (lottatore di arti marziali miste brasiliano che ha fatto la storia nella divisione dei pesi gallo dell’organizzazione statunitense Bellator). La star brasiliana delle mix martial arts terrà una masterClass che calamiterà al LecceFiere gli amanti degli sport da combattimento. La convention offrirà un’esperienza completa attraverso la presenza di stand di street food. Gli aromi e i sapori autentici accompagneranno i partecipanti in un viaggio culinario che riflette la ricchezza delle tradizioni gastronomiche territoriali ed internazionali (texane e giapponesi). Artisti di strada, musicisti e performer trasformeranno l’evento in un palcoscenico vibrante. “La nostra manifestazione – spiega Simone Zecca – mira a crescere e ad ampliarsi nel palcoscenico internazionale per creare indotto turistico e favorire le attività alberghiere e di ristorazione della città. Il ritorno del Lecce Tattoo Fest si pone l’obiettivo di incentivare il turismo e promuovere il territorio per favorire il processo di destagionalizzazione. In occasione del festival 2019 l’affluenza è stata di 20mila partecipanti con un costante incremento dalla prima edizione risalente al 2015, che registrò 5mila presenze”. 

NEWS RECENTI

Primo giorno di ritiro per il Lecce: lavoro personalizzato per due

Da Varane a Pepe Reina, passando per Nuno Tavares e Pavlovic: ecco il mercato delle altre