Blin: “Grazie a Gotti per la fiducia. E sull’Empoli…”

Il centrocampista del Lecce Alexis Blin è intervenuto in conferenza stampa per fare il punto:
Prossimi impegni: “Siamo pronti ad affrontarli al meglio. Noi pensiamo solo a noi stessi senza preoccuparci di quello che fanno i nostri avversari. Adesso concentriamoci con l’Empoli perché vogliamo vincerla per fare un importante passo in avanti verso l’obiettivo”.
Gotti e titolarità: “Con il mister stiamo lavorando sul nostro gioco e a mettere in campo la giusta prestazione. La fiducia che ha riposto in me è frutto del lavoro quotidiano. Il sistema di gioco del mister mi permette di sfruttare al meglio le mie qualità. Ringrazio il mister per la fiducia, ma adesso sta a me ripagare la fiducia del mister con il lavoro e l’impegno quotidiano”.
Fascia da capitano: “Sono contento per la fiducia riposta in me dai miei compagni. Questa fascia mi da ancora più fiducia, anche se nello spogliatoio non sono l’unico leader”.
Scorsa partita: “Non dobbiamo ripensare agli episodi, ma rimanere lucidi e concentrati sui prossimi impegni. Noi siamo stati leali a buttare fuori il pallone, loro probabilmente avranno pensato diversamente”.
Nuovo modulo: “Con Ramadani mi trovo benissimo perché possiamo scambiarci in base ai momenti della partita. Con il Milan lo abbiamo fatto in diverse occasioni e siamo anche andati vicini al gol con Gonzalez in un paio di scambi. Dobbiamo sfruttare anche il momento e la fiducia ritrovata”.
Lavoro di squadra: “Stiamo bene e stiamo dando il massimo. Oggi e domani lavoreremo sullo studio dell’Empoli. Noi dobbiamo mantenere la calma perché altrimenti rischiamo di farci male da soli e questo può essere controproducente”.
Assenza Krstovic: “Sono sicuro che chi lo sostituirà darà il massimo. Sono certo che chi partirà dall’inizio e chi subentra darà il massimo di se”.
Palle inattive: “Ci stiamo lavorando e stiamo provando diverse opportunità”.

Daniele Sindaco

NEWS RECENTI

Un ex Lecce nello staff tecnico di Conte al Napoli?

Calciomercato Lecce – si programma il futuro nel segno della sostenibilità